Luoghi, tavole, cucine

Una piccola raccolta di cucine e tavole che mi sono piaciute.


Italia
  • Novara
Osteria degli Acrobati, P.za San Graziano, Arona
Un posto dove si sta bene, dove si beve molto bene e con una cucina da bistrot con una grande attenzione per la materia prima, ma anche piatti di goduriosa immediatezza.
Ricordi: la tartare di scampi e burrata, i bigoli alla siciliana, il Francy toast.

Il Grappolo
Via Pertossi 7, Arona
Ottima enoteca, cucina altrettanto valida.
Ricordi: risotto ai porri e riduzione di vino, le insalate dello chef, lo zabaione alla birra.

Aldo
P.za del Popolo, Arona
Ottima pizza, con vista sul Lago e sulla Rocca di Angera.

Vizio 5
Via San Rocco, 28, Dormelletto
Pizzeria napoletana, molto, molto buona.

MoMa
P.za Federico Berera, 18, Sesto Calende
Cucina gourmet, accoglienza e gentilezza.
Ricordi: il cremoso al Dulcey con coulis di frutto della passione e banane perfettamente essiccate, la tartare di manzo Kobe, i rigatoni con foie gras e coniglio, gli gnocchetti con triglie e crema di cime di rapa.

Rosso di Sera
Via Pietro Nenni, 2, Castelletto Ticino
La cucina dello chef Cristiano Gramegna è gustosa, creativa e curata, interessante anche la cantina.
Ricordi: il risotto con peperoni del Piquillo, caprino fresco e menta essiccata, notevolissimo.

Il Battipalo
V.le Vittorio Veneto, 2, Lesa
Letteralmente sul Lago, è uno di quei ristorantini dove tornerei tutte le settimane. Adoro la cucina di Simona Benetti, inaspettata, ma curata nei minimi dettagli, e la gentilezza di Gabriele Boggio. Il loro cestino del pane, spesso con i tesori di Eugenio Pol, rimane uno dei miei preferiti.
Ricordi: le lumache con la crema di porri di Cervere, la carbonara con aringhe affumicate, lo zabaione freddo.

  • Verbania
Grotto la dispensa
Via Sempione, 28, Mergozzo
Roberta Mirarchi imbastisce una cucina tradizionale e interessante mentre Carlo Sacco coordina il locale alla perfezione.
Ricordi: il burro d'alpeggio portato di default a inizio cena [con necessario cestino del pane caldo], la cottura perfetta dello spaghettone Monograno Felicetti Matt con sarde, finocchietto, uvetta e pinoli.

Taverna Mikonos
Via Camillo Tonazzi, 1, Verbania
Il miglior greco della zona [e non].
Ricordi: i baklava, i baklava, i baklava.

  • Milano
Al Pont de Ferr
Ripa di Porta Ticinese, 55, Milano
Osteria con stella, penso basti questo a descriverlo.
Ricordi: la bellezza della cipolla di zucchero, il filetto alla Rossini rivisitato, la cheesecake nella bottiglia di Campari.

Rebelot del Pont
Tapas e cocktail bar.
Ricordi: la vellutata di zucca con zola stravecchio e croccante di amaretto.

28posti
Via Corsico, 1, Milano
Una delle mie cene preferite di sempre, il locale è bellissimo, le persone gentili.
Ricordi: le entrées, scenografiche e multiformi, le rape con mele verdi e tartufo nero, il fegato con scampo e latticello, il gelato al polline con la bottarga.

LadyBù
Via Michelangelo Buonarroti, 11, Milano
Gustoso, rilassato, raccolto. Uno di quei posti in cui ceneresti ogni volta in cui hai voglia di qualcosa di semplice, fatto bene e gustato in tranquillità.
Ricordi: il pane di Matera con quel delizioso olio, la focaccia con stracciatella e crudo, il risotto al pesto e pomodorini confit, il tiramisù fatto al momento.

Dry
Via Solferino, 33, Milano
La migliore pizza in città.

Tric e Trac
Via Grigna, 12, Legnano
Quando abbiamo voglia di una pizza eccellente, senza dover arrivare a Milano.
  • Monza e Brianza
Mister C
Via Gerolamo Borgazzi, 8/10
Pasticceria eccellente, consigliati i panettoni [soprattutto quello cioccolato e pere, assolutamente da prenotare].


  • Como
Mistral
Via Roma, 1, Bellagio
Cucina molecolare con attenzione al gusto e alla leggerezza, con una materia prima di un'eccellenza rara. Il miglior servizio di sala mai trovato.
Ricordi: lo gnocco di sedano rapa con caviale, il trittico di foie gras, il pane al sale, il gelato preparato in sala con l'azoto liquido.

I Tigli in Theoria
Via A. Bianchi Giovini, 41, Como
Un luogo incantevole e una tavola elegante, animati dalla cucina a vista e impreziositi dalla gentilezza del personale.
Ricordi: quell'ostrica ad aprire le danze, la tartare di ombrina, lo scampo crudo, il tagliolino al nero con limone e aragosta, la perfezione di quella scaloppa di foie gras, la freschezza del dessert con cremoso allo yogurt e gelato all'anice.

  • Verona

I Tigli
Via Camporosolo, 11, San Bonifacio
La pizza di Simone Padoan è qualcosa di indimenticabile e irripetibile. Vale il viaggio.


Francia

Le Jules Verne
Avenue Gustave Eiffel, Parigi
Alain Ducasse sulla Tour Eiffel. Serve altro?

Le Chateaubriand
129, Avenue Parmentier, Parigi
Ne ho parlato approfonditamente qui.

Julien
Boulangerie a due passi dal Louvre, con baguettes da capogiro, eclairs perfetti e croissants che innalzano odi al burro a ogni morso.
75 Rue Saint Honoré, Parigi



Nessun commento:

Posta un commento